lorenalopomo.it

Psicologo in Basilicata

Principali Attività

Principali ambiti di intervento:

  • Consulenza Psicologica

 E’ rivolta a singoli individui, coppie e famiglie che si trovano in un momento di difficoltà o disagio; la finalità è quella di aiutare l’individuo a comprendere le dinamiche sottostanti il proprio disagio e a potenziare le proprie risorse e le proprie capacità, in modo da contrastare questo disagio, raggiungendo così il proprio benessere psico-fisico.

  • Psicodiagnosi

E’ la valutazione psicologica attraverso l’uso di test, questionari, colloqui clinici, esami neuropsicologici e tecniche osservative. I risultati ottenuti consentono, allo Psicologo, di formulare ipotesi circa la presenza di uno specifico disturbo, in modo da programmare l’intervento più adeguato. Le tecniche osservative sono particolarmente utili nel caso di problemi comportamentali; attraverso queste si può comprendere quando, dove e come si manifesta il comportamento e cosa lo “scatena” e mantiene nel tempo, rinforzandolo; si procede, cioè, con quella definita analisi funzionale del comportamento.

  • Perizie Psicologiche e Neuropsicologiche

La perizia è una valutazione richiesta a fronte di specifiche esigenze e situazioni, in merito alle quali è necessario un parere o giudizio clinico. E’ un processo fatto di incontri, colloqui ed esami psicodiagnostici al fine di delineare un quadro completo della/e  persona/e coinvolte. I principali test utilizzati ai fini di una valutazione completa dell’individuo, specifici a seconda dell’età e delle aree di indagine sono: le scale Wechsler, il test di Rorschach, MMPI, le favole di Duss, il Disegno della Figura Umana e il Disegno della Famiglia. In ambito neuropsicologico sono utilizzati diversi test (test di intelligenza, test si memoria, test di attenzione, ecc).

  • Training di Rilassamento Muscolare

E’ in definitiva un allenamento attraverso il quale la persona impara, con la guida dello Psicologo, progressivamente, a rilassare corpo e mente, strettamente connessi tra di loro. Il rilassamento appreso deve diventare, con la pratica, un modo per contrastare, nella vita quotidiana, le situazioni di stress e disagio, riportando la persona a uno stato di rilassamento. Chi ri-apprende questa capacità è in grado di gestire meglio le situazioni critiche della vita, sviluppa minori sintomi psico-fisici, ha maggiori capacità di recupero dagli stati di sofferenza e gode di una migliore qualità di vita. In letteratura sono evidenti riscontri positivi anche sull’ipertensione arteriosa, sulle applicazioni in ambito oncologico, sul trattamento delle malattie respiratorie, sulle tossicomanie, sulla gestione del dolore cronico.

Può essere svolto sia individualmente, che in gruppo.

Rivolto a tutte le fasce di età.

Particolarmente indicato a chi soffre di stati di ansia, stress, tensione muscolare, stati dolorosi, disturbi o alterazioni del sonno, disturbi sessuali, agitazione psicomotoria, Disturbo da Deficit di Attenzione e/o Iperattività (ADHD).

  • Training di Assertività

Il termine “assertività” si riferisce all’affermare, all’esprimere le proprie opinioni e le proprie emozioni in modo positivo e anche a risolvere in modo adeguato situazioni problematiche. L’addestramento assertivo è nato in ambito clinico, essendo rivolto essenzialmente a disturbi del comportamento; tuttavia, oggi, trova ampia applicazione in tutte quelle situazioni in cui è funzionale un perfezionamento dei comportamenti interpersonali e un approfondimento della conoscenza di se stessi e delle proprie potenzialità. E’ indicato, per esempio, per persone che hanno difficoltà ad esprimere i propri sentimenti, i propri pensieri, o per persone che lo fanno, ma in modo poco funzionale, quale può essere un comportamento aggressivo. Il punto di partenza è chiederci quali sono le situazioni che viviamo come “problema”.                                                          

  • Valutazione e Riabilitazione Neuropsicologica

La Neuropsicologia clinica studia tutti quei disturbi cognitivi, emotivi e comportamentali che si manifestano alla nascita (danno congenito) o in seguito a danni cerebrali (danno acquisito). In sostanza il Neuropsicologo, per quanto riguarda l’età adulta,  si occupa per es. di Disturbi di Memoria, Disturbi dell’Attenzione, Disturbi del Linguaggio, ecc.; in ambito evolutivo, invece, si occupa soprattutto di Disturbi del Linguaggio, Disturbi dell’Attenzione, Disturbi dell’Apprendimento (Disturbi della Lettura, della Scrittura e del Calcolo) e delle molteplici manifestazioni che si riscontrano nel Ritardo Mentale e nei Disturbi Generalizzati dello Sviluppo, più comunemente, ma ormai erroneamente, noti come Autismo (non esiste più infatti un Autismo, ma molteplici forme e manifetsazioni cliniche).

  • Valutazione e trattamento di “comportamenti – problema”

I Comportamenti Problema sono quei comportamenti che “non si dovrebbero fare”, comportamenti che creano, nelle persone vicine, disagio, frustrazione e anche rabbia, pena e altro ancora. La maggior parte di questi comportamenti comunica qualcosa, anche se in modo inadeguato, per cui è importante che lo Psicologo proceda con quella che viene definita analisi funzionale, con la quale si cerca di comprendere perché un comportamento si manifesta, perché funziona per quella persona. Il fine ultimo è cercare di modificare o di sostituire questo comportamento con uno più adattivo, con un comportamento, cioè, che è socialmente accettato e che non crea disagio a nessuno. L’intervento psicoeducativo non modifica solo il comportamento della persona, ma modifica e struttura anche il contesto in cui si vive.

  • Percorsi psicoeducativi per Disturbi Pervasivi dello Sviluppo secondo i principi dell’A.B.A.

I Disturbi Generalizzati dello Sviluppo sono caratterizzati principalmente da una compromissione della comunicazione e dell’interazione sociale e dalla presenza di comportamenti e interessi ristretti, ripetitivi e stereotipati. I metodi di intervento sono vari, ma pochi hanno un’evidenza scientifica che ne convalidano l’efficacia.

L’A.B.A., ovvero l’Analisi del Comportamento, è una terapia convalidata dall’Ente Istituzionale Statunitense per la Salute Mentale (NIMH) e dalla Società Italiana di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza (S.I.N.P.I.A.) e consiste nell’integrazione di tecniche e metodi la cui efficacia è comprovata da molteplici studi scientifici. L’obiettivo è quello di promuovere comportamenti adattivi e favorire l’apprendimento del bambino in tutti i contesti della vita quotidiana, stimolando lo sviluppo cognitivo, emotivo e sociale.

L’apprendimento avviene in un contesto strutturato, ma positivo; il bambino non viene mortificato se sbaglia, ma ancor più importante si evita l’errore sin dall’inizio attraverso quelli che vengono definiti prompts, gli aiuti, scelti e somministrati appropriatamente e poi gradualmente eliminati. Le punizioni non rientrano nelle tecniche di insegnamento, perché scientificamente non sono educative, non insegnano nulla, se non a evitare il comportamento precedentemente punito in presenza però soltanto della persona che ha fornito la punizione. L’A.B.A può sembrare innaturale, meccanico, ma si basa invece sui principi del comportamento e dell’apprendimento per insegnare al bambino ad apprendere.

Si prevedono programmi individualizzati in base alle necessità del bambino e bisogni e priorità della famiglia. Nessun programma o intervento può prescindere da questi fattori e pertanto verrà programmato per e insieme alla famiglia nell’interesse del bambino.

 

dott.ssa Lorena Lopomo, Psicologa  cognitiva e comportamentale
Ordine degli Psicologi della Basilicata n. 337
Via Saverio Clinco 78, 85026 - Palazzo San Gervasio (PZ)
Rampa Umberto I, 85028 - Rionero in Vulture (PZ)

Piazza delle Regioni 4, 85100 Potenza

Tel: 349-2343115
P.IVA 01690890767
www.lorenalopomo.it

  

* Campi obbligatori

Bad Behavior has blocked 44 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail